03.01.11

FON

Posted in Net and Hi-Tech at 12:40 by valvola

Dopo l'abrogazione del "decreto pisanu", che prevedeva l'identificazione obbligatoria degli utenti connessi in wireless, pare che si avra' via libera alla diffusione del wi-fi libero anche in italia.
L'iniziativa FON, di cui parla l'articolo di Pino Bruno, sponsorizzata da grandi nomi come Google, Excite ed altri, permette di condividere la propria connessione residenziale con altri utenti che ne avessero bisogno.
Si diventerebbe dei "FON spot" e si potrebbe usufruire di tutti gli altri spot presenti nel mondo.
Un'ottima iniziativa che adesso diventa legale dopo l'abrogazione della cazzata pisanu.

C'e' una cosa pero' che mi preoccupa nella condivisione della propria connessione ad internet: se il fenomeno si diffondesse tanto da diventare di "uso comune", la banda disponibile nell'infrastruttura italiana sarebbe sufficiente?
Nell'uso individuale le connessioni gia' risultano inadeguate nella maggior parte dei casi e, nel caso dell'utilizzo intensivo del "wi-fi sharing", si rischierebbe di occupare buona parte della banda totale disponibile.
Da un calcolo approssimativo si potrebbe ipotizzare un aumento dell'occupazione di banda di almeno il 10-20% e mi farebbe paura l'eventuale reazione dei nostri fornitori d'accesso (tutti privati).

Questi "signori", gia' adesso vendono connessioni di cui dichiarano solo le velocita' di picco, mentre le velocita' reali sono spesso la meta', a volte anche molto meno. Applicano inoltre  limitazioni di banda sul traffico peer to peer e non prevedono banda garantita ne', tanto meno, il QOS per i servizi con priorita' di traffico.

I problemi principali quindi restano:  fornitura di connettivita' che possa chiamarsi veramente "a banda larga", trasparenza delle offerte dei fornitori e non il solito compromesso tutto italiano che ha bisogno di colla e cerotti per restare in piedi e continuare a generare profitti per i soliti noti.
Ben vengano iniziative come quella del wi-fi sharing come il FON, ma non dimentichiamo mai in mano a chi sono le politiche sulle telecomunicazioni e gli interessi economici (sempre quelli eh) che sono in gioco.

16.02.10

Italia.it

Posted in Net and Hi-Tech, politica, sorridi, domani sarà peggio at 10:22 by valvola

Questa merda di logo, frutto di "ore di lavoro" della ministra michela vittoria brambilla, e' quello ufficiale del sito www.italia.it.
Sito che dovrebbe essere la vetrina del nostro paese.
Il "coso" ha come primo "responsabile" l'allora ministro per l'innovazione  Lucio Stanca (governo Berlusconi – 2004).

Riceve un primo finanziamento di 45.000.000 di euro (quarantacinque milioni) ed uno successivo di 25.000.000 di euro (venticinque milioni), che dovevano servire per riempirlo di contenuti con la collaborazione delle regioni.
Per essere on-line servirono 3 anni. Era il febbraio del 2007 quando prese vita, brutto, diffcilmente navigabile e pieno di bug ed errori.

Nel  gennaio del 2008 il sito venne chiuso a causa delle polemiche che era risucito a suscitare. Dopo meno di un mese le regioni utilizzarono ad un altro fondo di  21.000.000 (ventuno milioni) di euro  per creare un sito parallelo (anch'esso inutile).
Nel 2009 il ministro dei fannulloni Renato Brunetta, insieme alla Ministra scosciata Michela Vittoria Brambilla, decisero di rifinanziarlo investendovi altri 10.000.000 di euro.

Il sito e' attivo dal luglio del 2009 in versione beta e da ottobre in versione definitiva, dopo che sono stati spesi 101.000.000 di euro (centoun milioni). Quel portale, ma sarebbe piu' adeguato "porcale", si puo' realizzare in due settimane, riempirlo di contenuti in qualche mese e, volendo esagerare, potrebbe costare qualche decina di migliaia di euro.

Il "governo del fare", ha fatto troppo anche in questo caso. Strano che non sia intervenuta la protezione civile per gestire quest'emergenza…

 

 

29.01.10

Ancora sull’IPad

Posted in About me, Net and Hi-Tech at 18:53 by valvola

Considerando che l'apparecchio non telefona, non ha il flash, non ha prese USB, non ha una webcam, non ha l'HDMI, non ha il multitasking ed ha il DRM, trovo molto piu' utile il prodotto in foto. La vera killer  application di Apple.

IPadel
 IPadel Antiaderent

Ipad? No, grazie!

Posted in About me, Net and Hi-Tech at 17:27 by valvola

Nell'annunciata killer application della Apple e' presente un DRM (Digital Restrictions Management) molto restrittivo e pericoloso per la privacy e per la liberta' degli utilizzatori.

Tutti i film, spettacoli televisivi, film e audiolibri sono bloccati alla piattaforma Apple.

Tutte le applicazioni devono avere la "firma digitale" della Apple per poter essere eseguite. Un controllo senza precedenti.

Apple può forzare gli aggiornamenti per il dispositivo tramite la connessione wireless, permettendo loro di aggiungere o rimuovere funzionalità in qualsiasi momento.
Un controllo senza precedenti.

Queste restrizioni rendono l'iPad un dispositivo pericolosissimo per la distribuzione dell'informazione.
Ogni editore infatti dipende dall'autorizzazione di Apple e  quest'ultima può addirittura cancellare  in remoto i contenuti
dal dispositivo.

Per cui, tenetevelo caro caro. Io al massimo mi compro un EeePC!

11.12.08

WordPress 2.7!

Posted in Net and Hi-Tech at 15:26 by valvola

Mercoledì 10/12 si è resa disponibile la versione stabile in inglese di WordPress 2.7.

Sara’ disponibile la versione italiana in giornata.
Le principali novita’ sono un diverso, piu’ comodo,  layout di amministrazione e gli aggiornamenti automatici per le prossime versioni (sempre che l’hosting lo preveda).

03.12.08

Berlusconi: “Regolamentare internet”

Posted in Net and Hi-Tech, sorridi, domani sarà peggio at 18:06 by valvola

Silvio Berlusconi, ispirato dalla visita al Polo tecnologico di Poste italiane all’Eur di Roma, parla di un sistema per dare delle regole al web e di una proposta che il governo s’impegna a portare sul tavolo del prossimo G8, presieduto proprio dall’Italia.
Al problema, ha specificato Berlusconi, non possono porre soluzione le Nazioni Unite, che sono "pletoriche".
Ha annunciato: "Porteremo sul tavolo una proposta di regolamentazione di internet in tutto il mondo, essendo internet un forum aperto a tutto il mondo".

Che cosa intende per "regolamentare"?

« Previous entries Pagina successiva » Pagina successiva »

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 12072 Spams eaten and counting...