01.14.11

Io sto con la FIOM (e non e’ nemmeno sufficiente).

Posted in MdM, sorridi, domani sarà peggio at 8:47 by valvola

E' stupefacente constatare il livello di superficialita' dilagante tra la gente e nei media.
Questi ultimi naturalmente fanno gli interessi dei propri soci favorendola di proposito, mentre l'ignoranza della gente raggiunge vette mai scalate prima. Si resta sempre sul particolare, non si generalizza mai. La fiat e' una vicenda isolata, le proteste studentesche anche. la corruzione riguarda solo i potenti, e solo alcuni di essi.
Mai che si cerchino le reali cause di quel che accade. E' superficialita' o convenienza?

Ieri sera ad Anno zero ho sentito santoro che affermava che non era importante quanto guadagnasse marchionne, ma il modo in cui lo faceva: tramite le "stock option". E gia' qui viene da chiedersi per quale diritto divino un soggetto debba incassare cifre paragonabili alle retribuzioni di 1.500 suoi sottoposti, massacrandone inoltre diritti e dignita'.

Ma non basta. Perche' non ci si chiede mai quanto incassino i soci della fiat, se possono permettersi di pagare gli emolumenti di marchionne, che resta comunque un manager, un dipendente?
Perche' nessuno dice mai che la regola aurea del capitalismo e del liberismo e' quella che prevede che il proprietario dell'impresa incassi profitti da una a due volte la somma degli stipendi dei propri dipendenti?

Fatevi un po' i conti su quel che incassa la signora marcegaglia, con 7.000 dipendenti, o quel che ladroneggia la fam. berlusconi ai suoi 20.000 (del solo gruppo fininvest), o quel che becca il sig. ferrero che ne ha 21.000. Bravi imprenditori o culi scassati che hanno avuto l'opportunita' di sfruttare migliaia di persone e non se la sono lasciata scappare?

Ragionare nei termini in cui la metteva Santoro, denota una mentalita' da schiavi e padroni che sara' difficile  scardinare. Per me e' importantissimo che venga impedito a chiunque di incassare migliaia volte la paga del proprio dipendente, qualsiasi cosa  questo qualcuno sia in grado di produrre per l'azienda.

Non dimentichiamo mai che l'azienda e' fatta sempre di proprietari che si arricchiscono mantenendo in uno stato di semi schiavitu' i propri dipendenti e che non si sognerebbero mai di rinunciare a parte dei propri profitti in favore di questi. E' il mercato belli. Bisogna competere, dicono.

Naturalmente i dipendenti competono e loro incassano i profitti. Fa niente se devono rinunciare alle pause o al pagamento delle malattia. La produzione prima di tutto.
La prova di forza della fiat e' importante per questo. Non e' soltanto una battaglia che tende all'aumento del profitto, ma addirittura lo santifica e ristabilisce relazioni industriali vicine allo schiavismo. In cui e' vietato dissentire, pena la cacciata dall'azienda.

Viviamo in una societa' in cui la  ricchezza e' concentrata in poche mani che tendono a ridursi col passare del tempo tramite questo perverso meccanismo. Le disparita' socio-economiche hanno superato qualsiasi parametro etico e iniziano a generare la rabbia incontrollata delle popolazioni (che ben venga naturalmente) come in Tunisia.

Siamo arrivati  alla domanda delle cento pistole: quale legge divina ci impone tutto questo?
Perche' deve necessariamente essere divina se bisogna accettarla supinamente.

p.s. santoro, ti sei meritato un bel "vai a cacare".

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

In questo blog si censura senza possibilita' di appello. Se un commento semplicemente non mi piace, sara' cancellato.
This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 12072 Spams eaten and counting...