27.02.09

Berlusconi sara’ denunciato alla corte europea

Posted in ......., MdM, politica at 18:55 by valvola

Anna Paola Concia deputata del Pd e Donata Gottardi, parlamentare europea del Pd-Pse, annunciano: "Denunciamo Silvio Berlusconi, in qualità di presidente del Consiglio dei ministri italiano, alla Corte europea di Strasburgo per violazione degli art. 8 e 14 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo a causa delle continue e ripetute dichiarazioni di disprezzo sulla vita e la dignità delle donne", sottolineando che "in Italia, a causa del Lodo Alfano, non è possibile denunciare il presidente del Consiglio alla magistratura".

I motivi sono i seguenti:

  • 14 marzo 2008, campagna elettorale: Berlusconi consiglia ad una giovane precaria di sposare un miliardario per risolvere i suoi problemi economici.
  • 25 gennaio 2009, comizio elettorale a Sassari: Berlusconi teorizza che "per evitare gli stupri servirebbe un militare per ogni bella donna".
  • 6 febbario 2009, l’inquietante dichiarazione su Eluana Englaro "Eluana è una persona viva – ha aggiunto Berlusconi – respira, le sue cellule cerebrali sono vive e potrebbe in ipotesi fare anche dei figli".
  • 26 febbraio 2009, incontro internazionale con Sarkozy: Berlusconi, rivolgendosi al Presidente francese, lo avverte: "Io ti ho dato la tua donna".

Non e’ possibile poi dimenticare le sue battute su  Obama "abbronzato", sui desaparecidos argentini, sul kapo’ nazista a Martin schultz, sui malati di Aids, sui cinesi che "avrebbero bollito i bambini".
Le bestie che l’hanno votato magari se lo meritano pure, ma perche’ infliggerlo anche a noi?

p.s.
il gran bufaliere ha smentito: avrebbe detto "j’ai etudie’ a la sorbonne":
Non si capisce perche’ allora il sarcoma francese abbia ritenuto inopportuno ripetere la battuta e perche’ ne sia stato tanto imbarazzato.

stasera al “taylors” di bitroit

Posted in About me at 14:27 by valvola


con Sandro Corsi

Nucleare: la bufala

Posted in Ambiente-Energia, politica at 9:45 by valvola

Devo ammetterlo, ci sono cascato.
Gli annunci dell’accordo italo-francese sul nucleare hanno provocato in  me una reazione incontrollata. Ero incazzato nero e non ho resistito alla tentazione di pubblicare l’articolo di ieri (che comunque chiarisce alcuni punti sull’ineguatezza della soluzione nucleare).
Poi, pensandoci e leggendo il testo dell’accordo, mi sono accorto che si tratta di uno dei soliti annunci del governo della bufala (senza mozzarella).
Non diversi da quello del ponte sullo stretto, dalle autostrade del mare, dal mose di venezia (son passati 14 anni per chi l’avesse dimenticato) o dall’invio di Scajola su marte.
L’accordo italo-francese non vale la carta e l’inchiostro utilizzati. L’hanno chiamato in modo altisonante: "memorandum of understanding"
che altro non vuol dire se non nota di intenti.
Come se io andassi dal mio salumiere e dichiarassi che sono interessato ad acquistare le sue mozzarelle di bufala. Lui mi direbbe: "io sono interessato a vendertele". Ci saluteremmo e finirebbe li’.
Altro sarebbe definire un prezzo, dei tempi e magari dargli una caparra per ratificare la vera intenzione d’acquisto.

Il nucleare in italia, semplicemente, non si fara’. Come non si sono fatte (per fortuna) tutte le cose annunciate dal governo dei bufalieri.

p.s. Il pregiudicato, amnistiato e prescritto del consiglio ne ha fatta un’altra delle sue, e proprio con il suo nuovo amichetto sarkozy: il sarcoma francese.
Col suo solito buongusto e la sua immensa conoscenza delle lingue straniere, gli ha sussurrato: "je t’ai donne’ la tua donna", riferendosi a carla bruni.
Adesso la stampa francese gli ha assegnato "l’oscar della volgarità".

25.02.09

Piccoli regimi crescono…

Posted in politica at 22:06 by valvola

L’Adnkronos rende nota la bozza di legge delega che l’esecutivo esaminerà nella prossima seduta.

Nel primo articolo il ddl delega il governo a "integrare e modificare, eventualmente anche abrogandola e sostituendola con una nuova disciplina" l’attuale legge sullo sciopero nel settore dei trasporti.
Si introducono strettissime restrizioni al diritto di sciopero per i settori "critici" come il trasporto pubblico.
La nuova regolamentazione prevede che lo sciopero sara’ "virtuale" (si proclama, ma si lavora ugualmente).
Per proclamare uno sciopero nel settore dei trasporti sarà necessario un referendum consultivo preventivo obbligatorio.
A meno che non si tratti di proclamazioni da parte di sindacati che hanno più del 50% di rappresentatività. In aggiunta, nei servizi di particolare rilevanza, serve anche l’adesione preventiva da parte del singolo lavoratore.

Si tratta a tutti gli effetti del primo divieto di sciopero dal ventennio fascista.
Siamo tolleranti, stanno ancora facendo pratica…

24.02.09

Posted in MdM at 20:20 by valvola

una ronda non fa primavera…

ma c ccazz m’u fasc fè

Posted in ......., About me at 11:08 by valvola

« Previous entries Pagina successiva » Pagina successiva »

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 12072 Spams eaten and counting...