30.05.08

Cronache della nuova Roma (di Furio Colombo)

Posted in politica at 17:00 by valvola

Nella nuova Roma, l´autobus dell´Atac imbocca risolutamente Viale degli Squadristi, va veloce nella corsia preferenziale fra le "Lapidi dei Caduti fascisti", e sbocca in Piazzale delle Camicie nere, dove è stata sistemata una ritrovata statua al Balilla. Via Salò è a due passi, e benché sia stretta e un po´ secondaria (dopo aspre polemiche con i socialisti, è caduto il progetto di ribattezzare Via del Corso con il glorioso nome della Repubblica sociale e ha vinto il più accettato nome di Craxi). Ma non c´è problema. In ogni zona c´è un capo quartiere, scelto fra i reduci dei servizi di scorta privati in Iraq. E ci sono i "ragazzi", che, come un tempo, sono volontari. Ma, a differenza che nel passato, palestra e mazze sono a carico del comune. Ovviamente il loro motto è tolleranza zero. Vuol dire che al minimo dubbio su razza, religione o stile di vita, picchiamo subito. Una trovata gradita anche alla Lega è stata di autorizzare "i ragazzi" a fermare e a fare quattro chiacchiere con coloro che sembrano troppo poveri.

Con i metodi giusti gli fai dire se hanno reddito adeguato e una residenza fissa. Quando sono imbarazzati o confusi è segno che mentono. Vengono "messi da parte" fino a quando passa un furgone della polizia Cpt (clandestini, poveri, terrorizzati) che provvede al trasporto immediato alla frontiera. Altrimenti, finito il turno, li portano via "i ragazzi" che sono bravi e fidati (così ha detto il sindaco, respingendo sdegnato l´accusa che siano parte politica) ma non sono certo stati educati alla corte di Inghilterra, e hanno spesso modi un po´ rudi, tipo "codice giallo" del pronto soccorso. Ma si tratta della naturale esuberanza dei giovani.

Via Craxi sbocca in Largo Lega Lombarda (all´angolo con Via Padania, già via Condotti) e poi in Piazza della Santa Inquisizione (la vecchia Piazza Colonna). Quando il bus entra in Via del Tritone (adesso via Rosa Maltoni Mussolini, mamma mai dimenticata del Duce e bisnonna della vivace onorevole) rallenta in un ingorgo di traffico. Il problema del traffico non è ancora stato del tutto risolto, lo smog è soffocante, tanto che a volte i camerati delle squadre devono indossare mascherine sulla bocca. Loro dicono: «Per non respirare l´aria inquinata della demo-plutocrazia». Stanno attenti a non farsi sentire quando alcuni di loro aggiungono, dandosi gomitate, "giudo-plutocrazia".

Il luogo di raduno dei "guardiani della città" (modello iraniano) è piazza "generalissimo Francisco Franco" (già Piazza Barberini). Ma cortei e marce spontanee (contro Rom e clandestini e tutte le più riprovevoli razze) si dirigono subito verso Corso Giovanni Preziosi (un tempo era Via Veneto), dal nome del più antico e instancabile teorico della difesa della razza italiana.

Bisogna ammettere che, nella nuova Roma, non vi disturba più lo spettacolo del turismo invadente e sudato, magliette e sandali e lunghe file di ebeti col cappellino dello stesso colore che seguono il segnale del capo gita di Roma, solo italiani. Qualche bar, qualche albergo, qualche ristorante (certo, trappole per stranieri creduloni) ha dovuto chiudere, dopo l´abolizione di Schengen da parte del nuovo, virile, governo. Ma sui bei locali puliti che sono sopravvissuti campeggia il motto che ormai anima la patria ritrovata: «non passi lo straniero». Dopo cena, nella nuova Roma, si va tutti alle "feste dell´Italianità" dove si balla al ritmo di arie e tarantelle delle nostre terre. Provvedono al collegamento rapido con la periferia gli autobus della nuova Alitalia. Non vola, ma dove dovrebbe volare? Niente vale questa nostra bella terra chiusa e protetta. E finalmente senza Rom, senza stranieri, senza ingombranti facinorosi di sinistra (ricordate le continue notizie di "rissa", quando gli estremisti tentavano di reagire alle bastonate?) possiamo goderci le nostre periferie.

Un esempio è il quartiere Littorio (già Garbatella) dove si mangia e si balla all´italiana in uno dei tanti "parchi Ciarrapico" donati dal generoso "federale onorario" di Roma. Sul fondo potete vedere la scuola di avviamento al lavoro Almirante (legge Moratti). La via Almirante ancora non c´è perché è stato deciso di costruirla secondo il modello di via dei Fori Imperiali: scavando dove ci sono case inutili, per andare dritti al centro. Quando il sindaco-ingegnere ha mostrato i disegni al Consiglio comunale, tutti i presenti sono balzati in piedi improvvisando una manifestazione di amor di patria al grido di «viva il duce-sindaco».

Poi un camerata consigliere ha voluto ricordare a tutti la storia esemplare di un cittadino paraplegico, "vero romano della nuova Roma", che ha spontaneamente denunciato la badante straniera (subito espulsa) nonostante le difficoltà di nutrirsi.

Alla manifestazione si è unito il capo della "rivolta tassisti", la benemerita organizzazione che tanto ha giovato al prestigio di Roma, e ha annunciato: «qualche volta lo trasporteremo», facendo eccezione al programma «culto della normalità fisica» di cui i rivoltosi sono membri fondatori. La nuova Roma, come si vede, non è di tutti. È di cittadini profondamente italiani, non portatori di handicap fisici o politici. Per questo, ha detto il duce-sindaco, è un "sole che sorge".

——————————–

Ringrazio Furio Colombo e l’Unità per aver autorizzato la pubblicazione sul mio blog.

 

29.05.08

Posted in ....... at 19:22 by valvola

[20.18.29] valvola scrive: ma tui vedi che follia, col caldo che fa: http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/cronaca/donna-quirinale/donna-quirinale/donna-quirinale.html
[20.18.52] milla scrive: è che ora va di moda dare fuoco
[20.19.16] valvola scrive: eh si… una donna di qua, un bengalese di la’
[20.19.35] valvola scrive: poi ci lamentiamo della CO2
[20.19.41] milla scrive: davero eh
[20.20.31] valvola scrive: i n c o s c i e n t i !

Posted in ....... at 18:57 by valvola

[19.39.07] pierofratt scrive: strunz
[19.39.24] valvola scrive: faccdciol
[19.39.52] valvola scrive: non dire certe cose che c’e’ il gatto
[19.40.01] pierofratt scrive: cheffai
[19.40.11] valvola scrive: aspetto che piova
[19.40.17] pierofratt scrive: anchio
[19.40.38] pierofratt scrive: odiotutti
[19.40.57] valvola scrive: io di piu’ i ricchi
[19.41.07] pierofratt scrive: anche i poveri
[19.41.38] pierofratt scrive: non fare il comunista del cazzo che tanto odi tutti pure tu
[19.41.54] valvola scrive: cazzo me ne frega dei comunisti
[19.42.00] valvola scrive: la mia e’ invidia
[19.42.08] pierofratt scrive: aaaaaah mo s
[19.42.11] valvola scrive: e  ne vado orgoglioso
[19.42.36] pierofratt scrive: invidia e’ bello
[19.43.19] valvola scrive: a volte basta solo inaudia, non serve invidia (per la musica per es.)
[19.46.03] valvola scrive: mmmm
[19.46.18] valvola scrive: c’e’ un’atmosfera da quiete prima della tempesta
[19.46.33] pierofratt scrive: je vais manger le maccarun
[19.46.52] pierofratt scrive: piove
[19.47.16] valvola scrive: je me mangerai un peu de pain avec quaccheccheus
[19.48.23] pierofratt scrive: tu peut mettre le pain sur le balcon, accsi’ mange le frisedde
[19.48.50] valvola scrive: il ne peut pas.. sur le balcon cacn l pccion!
[19.49.19] pierofratt scrive: frisedde avec merde de pigeones
[19.49.42] valvola scrive: ah oui! c’est bonne!
[19.50.08] pierofratt scrive: un gourmet
[19.50.21] valvola scrive: nou sommes polliglottes
[19.50.39] pierofratt scrive: poliglotte de castellan
[19.51.05] valvola scrive: va bon, cia’!
[19.51.14] pierofratt scrive: cia
[19.51.16] valvola scrive: addopp

28.05.08

Cosa succedera’?

Posted in ....... at 11:36 by valvola

Da lunedì prossimo entreranno in vigore in tutta Europa controlli restrittivi sui servizi offerti ai consumatori. Le nuove norme sono contenute in una direttiva dell’Unione europea ed equiparano per la prima volta le religioni e i ministri del culto a cartomanti, chiromanti, chiaroveggenti, astrologi, medium, commessi viaggiatori, piazzisti e venditori ambulanti. Lo scopo è impedire che il pubblico possa essere raggirato o confuso da pratiche commerciali scorrette.
In base a queste regole, per esempio, «i vescovi dovranno dire ai fedeli che ciò che offrono è solo una forma di intrattenimento, non provata scientificamente». Ciò significa, spiega il Times di Londra, che all’ingresso dei luoghi di culto dovranno essere affissi cartelli per avvertire i potenziali fedeli di non prendere la religione troppo sul serio. Avvertimenti analoghi dovranno comparire su pubblicazioni religiose e siti Internet, nonché su depliant e pubblicità in favore dell’8 per mille. I violatori rischiano una multa fino a un milione di euro se il caso finisce davanti a un tribunale civile, e fino a due anni di prigione per i casi recidivi dibattuti in sede penale.

Di Daniele Luttazzi

Segue su "il manifesto"

27.05.08

Orari di lavoro…

Posted in ....... at 11:48 by valvola

 

Avete capito bene.
L’obbligo di presenza di un  professore universitario incaricato e’ di 1 ora e 12 min. al giorno. Per un ricercatore di 2 ore e 30 min. e per un ordinario la cifra diventa pazzesca: 3 ore e 39 minuti!

Lo stipendio di un ordinario parte dai 3000-3500 €/mese, quello di un associato dai 2000-2500.
Per lavorare una media di 3 ore giornaliere firmerei col sangue.

 

 

 

 

26.05.08

Siamo solo ai primi giorni…

Posted in ....... at 15:32 by valvola

Gia’ abbiamo:

  • attacchi neonazisti e xenofobia dilagante
  • stato di polizia
  • incubo nucleare
  • affossamento del protocollo di kyoto
  • detassazione degli straordinari a tutto favore dell’impresa
  • leggi salva-rete4
  • abolizione dell’ici per i ricchi

Il neoduce Alemanno propone di intitolare una strada ad Almirante , "in nome del superamento dei vecchi schemi ideologici".
Ma chi era Almirante?
 Razzista e fascista. Ricordate chi era Almirante!
Almirante era un vero militante del partito fascista. Almirante aveva scritto sin dall’indomani delle leggi antiebraiche sulla rivista "La difesa della razza"  che "l’Italia non ha ancora avuto la sua scuola".  Essa avrebbe dovuto da allora in poi forgiare gli italiani secondo la seguente, delirante, dottrina: "Il razzismo è il più vasto e coraggioso riconoscimento di sé che l’Italia abbia mai tentato. 

Almirante faceva la spola – anche per  "missioni segrete" – tra il "duro" ministro Mezzasoma e Mussolini. Nelle disposizioni razziali da lui firmate, si esaltava l’ accanimento contro i "meticci" e i matrimoni misti, e si aggiungevano accurate precisazioni sul tasso di "arianesimo" da garantire per rendere efficace la selezione dei perseguitati.

Il fascistissimo Alemanno (magari spinto da Sire Silvio) osa anche promuovere una strada intitolata a Bettino Craxi .
 

Quando avremo Piazza Heinrich Himmler

« Previous entries Pagina successiva » Pagina successiva »

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 12072 Spams eaten and counting...